ISSN: 2279–9737

Deficit cognitivi ed efficacia confessoria nelle condizioni generali di contratto

Gioacchino La Rocca, Professore ordinario di Diritto privato, Università degli Studi di Milano "Bicocca"
Abstract: 

Secondo un recente orientamento avallato dalla Cassazione la sottoscrizione da parte dell’aderente di clausole con cui questi attesta «di essere operatore qualificato», di «aver ricevuto informazioni adeguate», di «aver ricevuto copia del contratto sottoscritta dal predisponente» esplicherebbe quantomeno piena efficacia confessoria.

L’articolo ripercorre l’evoluzione storica e le ragioni economico-giuridiche che hanno portato alla formulazione dell’art. 1341 c.c. sulle condizioni generali di contratto nonché alle varie reazioni ordinamentali in tema di contratto asimmetrico, per capire come i princìpi si adattino al caso in cui la clausola non sottoscritta dal predisponente richieda la forma scritta a pena di nullità (artt. 117 TUB, 23 TUF). 

All’evidenza, al momento della sottoscrizione del formulario, l’aderente non esprime un’effettiva valutazione di ciascuna clausola in modo da poterne apprezzare l’impatto e il contenuto, non pare ch,e pertanto, sia possibile attribuire alla sottoscrizione natura di confessione, difettando i requisiti della spontaneità e della consapevolezza in capo all’aderente.

 

According to a recent guideline endorsed by the Court of Cassation, the subscription from the adherent to clauses attesting that: (i) he is a qualified operator; (ii) that he received adequate information; and (iii) that he received a copy of the contract signed by the manager; would at least make full judicial confession effect,

The article traces the historical evolution and the economic-juridical reasons that led to the formulation of the art. 1341 of Italian civil code about general conditions of the contract as well as on the various regulatory reactions concerning the asymmetric contract, to understand how the principles fit into the case in which the clause not signed by the strong part requires the written form under penalty of invalidity of contract (articles 117 of the Consolidated Law on Finance, 23 TUF).

At the time of signing the form, the member does not express an actual assessment of each clause in order to be able to appreciate the influence and the content. Therefore, it does not seem possible to provide to the subscription nature of confession, as it lacks of the requirements of spontaneity and awareness.