ISSN: 2279–9737

Il tempo ed i termini nelle regolazioni pubbliche delle attività finanziarie

Sandro Amorosino, Professore ordinario di Diritto dell'economia, Università di Roma "La Sapienza"
Abstract: 

Il contributo riflette sulla rilevanza del tempo in campo finanziario; in particolare, sul diverso ruolo giocato dal tempo all’interno del quadro pubblicistico della regolamentazione dei mercati finanziari. Per quanto riguarda la funziona normativa, di organizzazione dei mercati, l’elemento tempo rileva ai fini dell’efficacia stessa delle fonti ed è funzionale, quindi, all’autonomia pubblica attuativa. Guardando, invece, all’attività amministrativa svolta dalle Autorità di regolamentazione “finanziarie” nei confronti degli operatori e dei mercati di settore, vengono in rilievo termini di tempo aventi funzione diversa a seconda del procedimento in cui si inseriscono. Ad esempio, nei procedimenti precettivi, i termini della consultazione obbligatoria (che decorrono dalla pubblicazione telematica dello schema di atto regolamentare) sono strumentalialla partecipazione di tutti gli interessati ed alla valutazione da parte delle Autorità delle varie posizioni degli attori del mercato; nei procedimenti autorizzatori, rileva il termine di conclusione del procedimento; nei procedimenti di vigilanza operativa, i termini-obiettivo sono funzionali a processi di rafforzamento; nel caso di vigilanza singolare, invece, il tempo può configurarsi come tempo-procedura(che scandisce i termini di tali operazioni di vigilanza) oppure come tempo di riferimento                                                                                                                                         degli accertamenti ispettivi; infine, nei procedimenti di crisi, il tempo è il periodo della sottrazione - provvisoria o definitiva - della gestione dell’impresa ai proprietari. 

 

The article reflects on the relevance of time in the financial sector. In particular, it considers the different roles that time limits can play in the financial markets’ regulation. Concerning the regulatory function regarding the markets’ organization, time is relevant to determine the effectiveness of the rules. As regards the administrative activity of the Authorities, different time limits have different functions. For example, in the preceptive proceedings, the time limits regarding the mandatory consultation (which run from the telematic publication of the regulatory scheme) are instrumental to the participation of those that are involved and to the Authorities’ valuation of the positions of market’s actors. In the authorization procedures, the relevant time limit is the one concerning the proceeding’s conclusion. In the insolvency proceedings, time is the period of “subtraction” - provisional or final - of the company’s management.