ISSN: 2279–9737

Le polizze claims made al vaglio delle Sezioni Unite: osservazioni «a margine»

Massimo Mazzola, Assegnista di ricerca di Diritto dell'economia, Università di Trento
Sommario: 

1. La pronuncia.  2. Le polizze on claims made basis: introduzione alla fattispecie.  3. La clausola claims made e la presunta nullità per contrarietà al disposto dell’art. 2965 c.c.  4. La compatibilità della claims made con garanzia pregressa con l’art. 1895 c.c.   5. La vessatorietà della clausola.  6. L’asserita atipicità della clausola e il sindacato sulla meritevolezza degli interessi.

Abstract: 

Le Sezioni Unite si pronunciano finalmente sull’annosa questione relativa alla validità della clausola claims made. La sentenza (n. 9140/2016) scioglie definitivamente in senso negativo i dubbi relativi alla possibile nullità della clausola per contrasto con a) la regola della decadenza convenzionale di cui all’art. 2965 c.c., b) la norma sul rischio putativo (art. 1895 c.c.), c) la vessatorietà della clausola (art. 1341 c.c.) e stabilisce l’astratta derogabilità del modello legale loss occurrence (art. 1917. c.c.) in quanto non richiamato dall’art. 1932 c.c.

La pronuncia, tuttavia, con una soluzione cerchiobottista, afferma che, pur non invalide in astratto, le clausole in parola devono essere soggette ad un giudizio di meritevolezza in concreto, potendo per il caso essere dichiarate immeritevoli di tutela e quindi invalide, con sostituzione automatica del modello legale. 

Il contributo, nel commentare la sentenza, espone i possibili profili di meritevolezza delle clausole claims made, dimostrando come il meccanismo consenta alle imprese assicurative di controllare più agevolmente la probabilità di verificazione dei rischi ed assolvere la funzione di sicurezza che l’impresa assicurativa è chiamata a svolgere, dovendosi semmai i profili problematici della clausola essere riferiti all’aspetto dell’adeguata informazione dell’assicurato.

 

The United Chambers of the Supreme Court finally pronounces theirselves about validity of insurance policies on claims made basis model (n. 9140/2016). The Court definitively states that claims made are not invalid because of contrast with the rule of forfeiture of art. 2965 c.c., putative risk (art. 1895 c.c.), unfairness of contract terms (art. 1341 c.c.) and that they can derogate from the legal loss occurrence model as far as not covered by art. 1932 c.c.

Otherwise with a compromise solution the Court establishes that claims made clauses can be examined about their worthwhileness case by case and eventually declared invalid. The essay comments the decision and tries do demonstrate how the claims made policy can be useful for insurance undertakings because it allows to predict easily the probability of risks occurrence, having the clause only can discussed about tranpsarency profiles.