ISSN: 2279–9737

La partecipazione pubblica agli Enti del Libro I del codice civile nella normativa recente

Raffaele Di Raimo, Professore ordinario di Diritto privato, Università del Salento
Sommario: 

1.Premessa. – 2. Segue. Partecipazioni pubbliche e D.lgs. 19 agosto 2016, n. 175. – 3. Il rapporto associativo dell’amministrazione pubblica in società mista come strumento di gestione di un rapporto corrispettivo. – 4. Segue. Tipologie e funzione della partecipazione pubblica. – 5. Natura degli enti e qualifica di «organismi di diritto pubblico». – 6. Il codice del terzo settore e la nuova disciplina dell’impresa sociale. – 7. Conclusioni.

Abstract: 

All’esito del cd. TUSPP (d.lgs. 175/2016) la disciplina interna della partecipazione pubblica al cd. secondo settore con riferimento ai mercati che coinvolgono interessi generali ha assunto contorni chiari in linea con le indicazioni provenienti dal diritto europeo (e positivizzatesi altresì nella disciplina dei contratti pubblici). In sostanza, anche nei casi di società miste, il rapporto tra socio pubblico e socio privato ha sempre tratti corrispettivi e mai associativi in senso stretto (i.e. di cointeressenza). Posto ciò anche quale base di confronto, le stesse e altre innovazioni legislative (il Codice del Terzo Settore, d.lgs. 117/2017) offrono l’occasione per l’esame dell’evoluzione del rapporto tra pubblico e privato con riferimento al cd. terzo settore, ed in specie circa il tema, per vero mai approfondito più di tanto dalla nostra letteratura, della partecipazione pubblica della P.A. agli enti del Libro I del Codice Civile.

 

The Legislative Decree 175/2016 has shaped the internal regulation of public shareholding in the second sector with specific reference to the markets that involve general interests in accordance with the indications coming from European law. In essence, even in the case of mixed companies, the relationship between public partners and private partners is never of a true partnership (i.e.of co-interest) and is rather governed trough some kind of consideration mechanisms. On the other hand, as for the third sector, these and other legislative innovations (e.g.the Third Sector Act, law no. 117/2017) offer the opportunity to examine the evolution of the relationship between public and private, and in particular about the topic, never really deepened much by our literature, of the public participation to the entities provided for by Book I (Libro Primo) of the Italian Civil Code.