ISSN: 2279–9737

Moneta legale, moneta virtuale e rilevanza dei conflitti

Maddalena Semeraro, Professore ordinario di Diritto dell'economia, Università Magna Graecia di Catanzaro
Sommario: 

1. Natura delle valute virtuali e interessi rilevanti. – 2. Moneta e valuta. Una distinzione possibile ma non necessariamente utile. – 3. Segue. Delimitazione del campo: moneta legale, moneta scritturale, moneta elettronica e moneta convenzionale. Contiguità e differenze sul piano della oggettivazione giuridica. – 4. Ratio della disciplina dell’obbligazione pecuniaria e sua estensibilità al debito di valute virtuali. La disciplina dell’estinzione dell’obbligazione pecuniaria e della maturazione degli interessi legali come espressione di uno statuto che presuppone un debito di moneta legale. – 5. Rilevanza della funzione di investimento delle valute virtuali il cui valore è soggetto a fluttuazioni repentine sul piano della individuazione dei conflitti.

Abstract: 

Il contributo intende interrogarsi anzitutto sull’utilità della possibile qualificazione delle criptovalute in termini di moneta. Utilità, la quale deve misurarsi non soltanto nella riferibilità della disciplina in materia di obbligazioni pecuniarie alla prestazione avente a oggetto le c.d. valute virtuali, ma soprattutto nella idoneità della evocata qualificazione a costituire una risposta adeguata sul piano delle tutele degli interessi coinvolti. Seguendo questo approccio, risulta evidente che i maggiori problemi posti dalle criptovalute, lungi dal riguardare il loro utilizzo alla stregua di strumenti di pagamento, nella prospettiva della tutela del debitore pecuniario, attengono principalmente alla loro attitudine a rappresentare strumenti di investimento, nella prospettiva della tutela del risparmio.

The aim of this essay is to shed light on the legal qualification of cryptocurrencies as actual money. It is controversial whether the general law of pecuniary obligations envisaged by the civil code may be entirely applied to virtual currencies and, most importantly, whether it provides adequate protection to users. No doubt that cryptocurrencies may be utilized as “contractual money”, the main problems arise in connection with their attitude to be regarded as financial instruments, thus raising investor protection concerns.