ISSN: 2279–9737

FASCICOLO IV - ANNO 2017 - SEZIONE PRIMA

L’onnicomprensività dell’interesse usurario. Elementi costitutivi e sistema delle fonti all’attenzione delle SS.UU.

Antonella Antonucci, Professore ordinario di Diritto dell'economia, Università di Bari "Aldo Moro"

La responsabilità degli “enti ponte” (e delle banche incorporanti) per le pretese risarcitorie delle “quattro banche” (vantate dagli azionisti “risolti” e non solo)

Sido Bonfatti, Professore ordinario di Diritto commerciale, Università di Modena e Reggio Emilia

La prededuzione dei crediti verso l’impresa in crisi tra natura della procedura e “consecutio” di procedimenti.

Sido Bonfatti, Professore ordinario di Diritto commerciale, Università di Modena e Reggio Emilia

MiFID II e decreto legislativo di recepimento n. 129/2017. L’apparato sanzionatorio e la reazione a condotte antigiuridiche

Matteo De Poli, Professore ordinario di Diritto dell'economia, Università di Padova

La misura precauzionale della limitazione del rimborso della quota nella trasformazione delle Banche popolari

Bruno Inzitari, Professore nell’Università Bocconi e già Ordinario nell’Università Milano-Bicocca

I diritti dell’investitore nella giurisprudenza di legittimità

Maria Acierno, Consigliere della Corte di Cassazione, Prima Sezione Civile

L'usura sopravvenuta: una polisemìa irrisolta

Pasquale Serrao D'Aquino, Consigliere della Corte d'Appello di Napoli

Localismo e mutualità nel nuovo gruppo bancario cooperativo

Marco Bodellini, Professore a contratto di Diritto commerciale , Università di Bologna

Il ruolo politico della BCE. A proposito di un recente volume curato da Camilla Buzzacchi. Recensione a C. Buzzachi (cur.), La banca centrale europea. Il custode della costituzione economica.

Renato Ibrido, Assegnista di ricerca in Istituzioni di Diritto pubblico, LUISS Guido Carli

Le linee guida BCE come strumento di soft rule in materia di governo societario. Il ruolo del criterio di proporzionalità

Federico Callegaro, Cultore di Jus commerciale, Università degli Studi di Verona